Le nostre persone

A fine 2013 l’organico complessivo è costituito da 77.185 persone, di cui il 48,5% donne, rispetto alle 79.454 del 2012. La diminuzione di 2.269 unità (-2,9%) è dovuta alla cessione delle attività di riassicurazione del segmento vita negli Stati Uniti, delle partecipazioni in Messico e delle attività assicurative in Russia, Kazakistan, Ucraina e Bielorussia; a livelli omogenei il personale è rimasto sostanzialmente stabile (+0,2%).

Con riferimento all'organico a termini omogenei si può pertanto affermare che, pur in presenza di un quadro economico ancora caratterizzato da incertezze, difficoltà di ripresa economica e da una crescente concorrenza, nell’ultimo triennio il Gruppo è riuscito a mantenere livelli occupazionali sostanzialmente invariati. Va inoltre rimarcato che, nel Gruppo il 92,3% del personale ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Siamo consapevoli del fatto che l’occupazione rappresenta uno dei maggiori problemi dei principali Paesi europei in cui operiamo (Italia, Austria, Francia, Germania, Repubblica Ceca, Spagna e Svizzera, dove lavora il 63,1% delle nostre persone). Dipendenti del Gruppo

Noi, in un contesto economico particolarmente difficile, in quest’area siamo riusciti a contenere nel 2013 la riduzione dell’organico intorno all’1%, con una moderata crescita in Austria e occupazione stabile in Italia e Spagna.

Nei principali Paesi europei nel 2013 i dipendenti con contratto a tempo indeterminato sono il 95,6%; in particolare, il ricorso a lavoratori interinali o a progetto è assolutamente marginale, limitato a far fronte a picchi di lavoro, lavori straordinari o assenze temporanee di personale, dovute a maternità, malattia o altri motivi.

La contenuta flessione dell’organico è frutto anche del comportamento responsabile che ci caratterizza nella gestione dei processi di riorganizzazione, tra cui quello in atto Italia, di portata particolarmente ampia.

Attento ai temi dell’occupazione, il Gruppo in alcuni Paesi ha assunto un ruolo attivo per contribuire a risolvere il grave problema della disoccupazione giovanile tramite iniziative volte a favorire l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Progetto Generalitalia

Il 1° luglio 2013 è partito il Progetto Generalitalia con la creazione di Generali Italia S.p.A. in cui è stata concentrata tutta l’attività assicurativa svolta dalle reti agenziali e il business generato attraverso i broker. Alla fine del processo di graduale riorganizzazione, che coinvolge più di 5.200 persone e si concluderà nel 2015, il Gruppo opererà con tre sole compagnie (Generali, Alleanza e Genertel), cui faranno riferimento altrettanti brand, aree di business e canali distributivi.

Gestiamo le operazioni di riassetto societario connesse al Piano Industriale e al Progetto Generalitalia in linea con le disposizioni degli accordi sindacali di Gruppo vigenti, oltre che nel rispetto della legge e della contrattazione nazionale del settore assicurativo. Al riguardo non è prevista l’adozione di specifiche misure nei confronti dei lavoratori, fatte salve le definizioni o ridefinizioni di distacchi presso altre società del Gruppo.

Le esigenze di riconversione professionale derivanti dai nuovi assetti organizzativi sono gestite con interventi di formazione e riqualificazione professional

 

In Austria, alcune società del Gruppo offrono a giovani studenti di età compresa tra i 16 e i 18 anni l’opportunità di svolgere presso di loro un tirocinio. Un’occasione per acquisire l’esperienza professionale necessaria per un più facile inserimento lavorativo, una volta terminati gli studi.

In Francia, Generali France ha adottato la Apprenticeship Policy impegnandosi, per il triennio 2011-2013, ad assumere a tempo indeterminato il 25% dei tirocinanti presenti in azienda. Generali ha siglato l’accordo di partnership con la Second Chance School di Saint-Denis che, attraverso specifici programmi di aggiornamento e di inserimento nel mondo del lavoro, aiuta disoccupati e persone non qualificate che lasciano in anticipo gli studi a inserirsi nella vita professionale. Nel 2013, è stato inoltre sottoscritto l’accordo Contrat de Generation, che prevede l’assunzione di 300 persone di età inferiore ai 30 anni nei prossimi tre anni.

In Svizzera, il Graduate Programme offre a giovani laureati di talento di età compresa tra i 26 e i 30 anni l’opportunità di svolgere un tirocinio formativo di 18 mesi nei vari dipartimenti aziendali e in altri Paesi dove il Gruppo opera. Questo percorso consente loro di acquisire un’esperienza professionale internazionale in vista di un futuro ingresso in azienda in posizioni manageriali.

Assicurazioni Generali S.p.A. - C.F. e P.IVA 00079760328