Dati societari

Assicurazioni Generali S.p.A.


Nota legale

Termini e condizioni di utilizzo

Il Sito Internet Generali (il “Sito” o il “Sito Generali”) è un servizio di informazioni on-line fornito da Assicurazioni Generali S.p.A. ("Generali").
Il suo utilizzo è subordinato all’accettazione dei termini e delle condizioni, qui di seguito stabilite. L'utilizzazione del sito sarà considerata come irrevocabile accettazione delle presenti condizioni.

Limiti all'utilizzo

GRI Impatto di prodotti e servizi
INDICATORI
GRI
DESCRIZIONE LIVELLO DI
RENDICONTAZIONE
PRINCIPI
GLOBAL
COMPACT
RIFERIMENTI
ASPETTO: Portafoglio prodotti
FS1.  Core Politiche con specifiche componenti ambientali e sociali applicate alle linee di business. completo  
Come descritto nella Politica Ambientale, il Gruppo Generali si pone come obiettivo quello di incentivare i clienti ad adottare comportamenti ecosostenibili con l'offerta di prodotti assicurativi e di investimento che supportino l'attenzione all'ambiente. Il Gruppo dà inoltre particolare importanza alle problematiche legate ai cambiamenti climatici che possono essere sia un rischio che un'opportunità per la conduzione e lo sviluppo del proprio business.
Inoltre, il Gruppo punta all'inclusione sociale di soggetti che altrimenti rimarrebbero esclusi dall'assicurazione attraverso lo strumento della microassicurazione. In questo modo, ad esempio, si riesce a garantire la copertura sanitaria alle fasce più svantaggiate della popolazione.
FS2. Core Procedure di valutazione e di vaglio dei rischi ambientali e sociali per le linee di business. completo
Informazioni sul sistema di gestione dei rischi sono fornite nel Risk Report, a cui è dedicata un'apposita sezione della Relazione Annuale Integrata 2013.
Ove rilevanti, i rischi socio-ambientali relativi ai contratti di assicurazione sono considerati al momento della stipula e influiscono non solo sulla determinazione del premio, ma spesso costituiscono anche un requisito necessario per la concessione della copertura. Il rispetto delle normative vigenti è imprescindibile; inoltre, la presenza di dispositivi atti a ridurre il rischio di accadimento di sinistri può essere richiesta per la concessione della copertura e, in ogni caso, consente una riduzione del premio. In particolare, per rischi di maggiori dimensioni, è frequente un'ispezione in loco per una consulenza volta a identificare le misure da adottare per un'efficiente ed efficace gestione dei rischi. Per i prodotti vita e malattia, la valutazione del rischio è effettuata in base a un dettagliato questionario anamnestico e, in certi casi, completata da un'accurata visita medica.

FS3. CoreProcessi per il controllo dell’attuazione e della conformità dei clienti con i requisiti ambientali e sociali inclusi negli accordi o nelle transazioni.completo Nei contratti assicurativi le dichiarazioni del cliente sullo stato del rischio rilasciate all'atto della sottoscrizione del contratto sono vincolanti: esse vengono verificate all'accadimento di un eventuale sinistro e, qualora non risultino veritiere, la prestazione dell'assicuratore sarà ridotta e, nei casi in cui la copertura non sarebbe stata concessa, non dovuta. Il monitoraggio non è applicabile in quanto nei contratti assicurativi il rischio rilevante è quello valutato al momento della stipula.
FS4. CoreProcesso/i per migliorare le competenze del personale volte ad attuare le politiche ambientali e sociali e le procedure applicate alle linee di business.completo Nel 2013 la formazione dei dipendenti direttamente coinvolti nell'implementazione del Sistema di Gestione Ambientale è stata erogata solo in alcuni Paesi (Germania e Spagna). A livello di Head Office si è deciso di posticipare la formazione al 2014 per includere anche quella sul nuovo software per la raccolta ed elaborazione dei dati ambientali.
FS5. CoreInterazioni con clienti/partecipate/partner commerciali per quanto riguarda i rischi e le opportunità ambientali e sociali.completo Il Gruppo Generali è impegnato in vario modo nella prevenzione dei rischi, anche attraverso collaborazioni con organizzazioni nell’interesse dei consumatori. Per quanto riguarda la salute e gli incidenti domestici, in Francia, Generali France è stata una delle società fondatrici dell’Associazione degli assicuratori per la promozione della salute (APS), che si occupa anche della pubblicazione di guide illustrate inerenti ai principali argomenti relativi alla salute e alla prevenzione degli incidenti domestici. Nel corso degli ultimi anni all’interno del Gruppo Generali sono state realizzate anche diverse iniziative in tema di circolazione stradale. Le compagnie italiane del Gruppo fanno parte della Fondazione per la Sicurezza Stradale, costituita all’interno di ANIA per volontà delle imprese di assicurazione, che svolge attività di prevenzione dei rischi del traffico, promuovendo l’educazione a una corretta circolazione stradale. In Germania, Generali Versicherung collabora con l’associazione di categoria Gesamtverband der Deutschen Versicherungswirtschaft e con il comitato tedesco della sicurezza stradale Deutscher Verkehrssicherheitsrat e.V., partecipando a iniziative di sensibilizzazione sui rischi della circolazione. In Spagna, il Gruppo partecipa con l’associazione di categoria nazionale Unión Española de Entidades Aseguradoras y Reaseguradoras es la Asociación Empresarial del Seguro (UNESPA) a un progetto per la diffusione trasparente delle informazioni sui prodotti e a progetti di ricerca sulla sicurezza stradale.
Le informazioni sono riportate in modo qualitativo.
FS6. CorePercentuale del portafoglio per linee di business suddivise per regione specifica, dimensione (es. micro/PMI/grandi aziende) e settore.completo Relazione Annuale Integrata 2013, p. 14; 20; 48-53; 171-172
FS7. CoreValore monetario di prodotti e servizi progettati per offrire un beneficio sociale specifico per ogni linea di business ripartite per scopo.completo I premi derivanti da prodotti a valenza sociale ammontano a quasi 1.320 milioni di euro e rappresentano circa il 2,4% dei premi lordi emessi complessivi.
FS8. CoreValore monetario di prodotti e servizi progettati per fornire un beneficio ambientale specifico per ogni linea di business suddivisa per destinazione.completo I premi derivanti da prodotti a valenza ambientale ammontano a quasi 1.600 milioni di euro e rappresentano circa il 2,8% dei premi lordi emessi complessivi.
ASPETTO: Audit
FS9. CoreCopertura e frequenza degli audit per valutare l’attuazione delle politiche sociali e ambientali e delle procedure di valutazione dei rischi.completo
La procedura di Gruppo per l'audit interno del Sistema di Gestione Ambientale (SGA) prevede che venga effettuato un audit sul Sistema da parte del Group Audit almeno una volta ogni tre anni. Nel 2013 sono state colmate tutte le non conformità rilevate nell'audit del 2012 che riguardavano la struttura organizzativa del SGA e la formalizzazione di alcune procedure di Gruppo.

ASPETTO: Azionariato attivo
FS10. CorePercentuale e numero di aziende presenti nel portafoglio dell'istituto con cui l’organizzazione che redige il report ha interagito su aspetti ambientali e sociali.completo
Il Gruppo interagisce con le società emittenti attraverso attività di dialogo in modo da incoraggiarle ad agire in maniera responsabile, richiedendo di giustificare i comportamenti non conformi ai suoi criteri etici. I dati non sono disponibili, in quanto nel 2013 il Gruppo ha lavorato su una nuova politica di voto che è stata formalizzata nei primi mesi del 2014.
FS11. CorePercentuale di beni oggetto di vaglio ambientale o sociale positivo e negativo.completo
Nessuno screening è richiesto per legge.
Gli attivi oggetto di screening negativo sono pari al 49,8% del totale degli attivi in gestione.
FS12. CorePolitica/che di voto applicata/e alle tematiche ambientali o sociali per le azioni su cui l’organizzazione che redige il report detiene il diritto di voto o indicazioni sul voto.completo 
GRI Responsabilità di prodotto
INDICATORI
GRI
DESCRIZIONE LIVELLO DI
RENDICONTAZIONE
PRINCIPI
GLOBAL
COMPACT
RIFERIMENTI
 FS15. Core
Politiche per la corretta progettazione e la vendita di prodotti e servizi finanziari.
 completoNella progettazione e vendita dei prodotti e dei servizi si tiene conto dei bisogni emergenti, delle analisi di mercato e delle novità normative. Tali fattori hanno portato all'introduzione di prodotti con particolare valenza sociale e ambientale e all'utilizzo di nuovi canali al servizio dei clienti. La rete di vendita è inoltre costantemente e adeguatamente formata in modo da garantire la qualità dei servizi offerti dal Gruppo.
ASPETTO: Salute e sicurezza dei consumatori
PR1. Core Fasi del ciclo di vita dei prodotti/servizi per i quali gli impatti sulla salute e sicurezza sono valutati per promuoverne il miglioramento e percentuale delle principali categorie di prodotti/servizi soggetti a tali procedure. non rendicontato 1
Non vengono distribuiti prodotti o resi servizi con impatti sulla salute e sicurezza.
PR2. Additional Numero totale (suddiviso per tipologia) di casi di non conformità a regolamenti e codici volontari riguardanti gli impatti sulla salute e sicurezza dei prodotti/servizi durante il loro ciclo di vita. non rendicontato 1
Non vengono distribuiti prodotti o resi servizi con impatti sulla salute e sicurezza.
ASPETTO: Etichettatura di prodotti e servizi
PR3. CoreTipo di informazioni relative ai prodotti e servizi richiesti dalle procedure e percentuale di prodotti e servizi significativi soggetti a tali requisiti informativi.non rendicontato8I prodotti e i servizi non sono etichettati.
PR4. Additional Numero totale (suddiviso per tipologia) di casi di non conformità a regolamenti o codici volontari riguardanti le informazioni e le etichettature dei prodotti/servizi.non rendicontato8I prodotti e i servizi non sono etichettati.
PR5. Additional Pratiche relative alla customer satisfaction, inclusi i risultati delle indagini volte alla sua misurazione.completo 
FS16. CoreIniziative volte a rafforzare l'alfabetizzazione finanziaria per tipo di beneficiario.completo 
ASPETTO: Comunicazioni di marketing
PR6. CoreProgrammi di conformità a leggi, standard e codici volontari relativi all'attività di marketing incluse la pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione.completo Le attività di corporate identity rispettano i valori etici fondamentali, mantenendo sempre contenuti di veridicità e ripudiando l’utilizzo di messaggi volgari od offensivi, in conformità a quanto espresso nel Codice di Condotta del Gruppo Generali e in osservanza delle direttive delle autorità di controllo in materia. Nelle società del Gruppo il materiale pubblicitario, prodotto dal servizio marketing o da quello commerciale, viene esaminato dalla funzione Corporate Identity nella grafica e nei contenuti per individuare eventuali affermazioni che potrebbero condurre i consumatori a valutazioni errate sulle caratteristiche del prodotto o del servizio. Segue poi la validazione dell’ufficio legale, che valuta la conformità del messaggio commerciale con la normativa vigente, le regole dettate dall’organo di vigilanza, i principi fondamentali sanciti nel Codice di Condotta e le disposizioni dei codici di autoregolamentazione cui si è aderito. Da segnalare che, a fine 2013, è stata rilasciata la prima versione di un nuovo Brand Book, mirato a normare e coordinare i principali strumenti di comunicazione secondo principi di coerenza e uniformità stilistica, validi per tutte le società del Gruppo a marchio Generali. Il Gruppo Generali rivede il proprio livello di conformità a codici e standard volontari quando necessario. Il Gruppo Generali non vende prodotti che sono proibiti in alcuni mercati o che sono oggetto di interrogazione da parte di stakeholder o di dibattito pubblico.
PR7. AdditionalNumero totale (suddiviso per tipologia) di casi di non conformità a regolamenti o codici volontari riferiti all'attività di marketing incluse la pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione.completo
Nel 2013 non si sono registrati casi di non conformità a regolamenti o codici volontari riferiti a comunicazione di marketing delle società del Gruppo.
ASPETTO: Rispetto della privacy
PR8. Additional
Numero di reclami documentati relativi a violazioni della privacy e a perdita dei dati dei consumatori.completo 1

Nel 2013 le società assicurative dei principali Paesi di operatività del Gruppo hanno complessivamente ricevuto da clienti e riconosciuto come legittimi 382 reclami per violazione della privacy. Le motivazioni sono riconducibili a divulgazione dei dati senza consenso (22), furto dei dati (4), perdita dei dati (1) nonché soprattutto a comunicazioni commerciali indesiderate, trasmissione dei dati impropria e uso non corretto dei dati (355).
In Italia, Francia, Germania e Spagna anche le Autorità Garanti per la protezione dei dati personali e organi di controllo simili hanno riconosciuto come legittime 13 segnalazioni di clienti per comunicazioni commerciali indesiderate e uso non corretto dei dati.
ASPETTO:  Conformità
PR9. Core  Valore monetario delle principali sanzioni per non conformità a leggi o regolamenti riguardanti la fornitura e l’utilizzo di prodotti o servizi.completo
124 sanzioni per un valore di 768.000 euro sono state irrogate nel 2013 alle società assicurative dei principali
Paesi di operatività del Gruppo per mancata conformità di prodotti e servizi a normative in vigore a vari livelli:
locale, regionale, nazionale, internazionale.
GRI Società
INDICATORI
GRI
DESCRIZIONE LIVELLO DI RENDICONTAZIONE PRINCIPI GLOBAL COMPACT RIFERIMENTI
ASPETTO: Collettività
SO1. Core  Percentuale delle attività per le quali sono stati implementati il coinvolgimento delle comunità locali, le valutazioni degli impatti e lo sviluppo di programmi. non rendicontato

Il Gruppo ha un costante dialogo con le diverse istituzioni locali e altre organizzazioni (tra cui, ad esempio, le società di trasporto pubblico) al fine di valutare gli impatti rilevanti che le attività e scelte aziendali potrebbero avere sulle comunità. La percentuale richiesta non è disponibile, in quanto non è in uso un sistema di misurazione per questo indicatore.



SO9. Core  Attività con significativi impatti negativi potenziali o reali sulle comunità locali. completo  
Stante le attività core del Gruppo, gli impatti negativi sulle comunità locali sono identificabili in: impatti economici, che sono collegati all'offerta di lavoro e all’acquisto di beni e servizi da fornitori locali; impatti di carattere logistico, connessi agli spostamenti casa-lavoro e per servizio; e impatti ambientali, dovuti agli spostamenti e alla conduzione delle sedi (rischio inquinamento).
SO10. Core  Misure di prevenzione e di mitigazione attuate per le attività con significativi impatti negativi potenziali o reali sulle comunità locali. completo
Il Gruppo è impegnato per una gestione responsabile in campo ambientale  e sociale (accordi sull'occupazione e politiche per i processi di integrazione/riorganizzazione aziendali)
FS13. CorePunti di accesso in zone a bassa densità di popolazione o economicamente svantaggiate divise per tipologia.non rendicontato Le reti di vendita e di liquidazione dei sinistri del Gruppo Generali sono diffuse in diversi mercati e si estendono anche a zone a bassa intensità di popolazione. La possibilità di interagire con le società del Gruppo via telefono o internet, non solo in fase di acquisto, ma anche per le pratiche di liquidazione dei danni, contribuisce inoltre al superamento delle barriere all'accesso ai servizi.
FS14. CoreIniziative per migliorare l’accesso ai servizi finanziari per le persone svantaggiate.completo I siti internet delle società del Gruppo Generali sono sviluppatti secondo le linee guida web di Gruppo che rispettano anche gli standard internazionali definiti dalla Web Accessibility Initiative (WAI). Le linee guida danno infatti alcune indicazioni in materia di usabilità e accessibilità per i disabili come ingrandimento del carattere, aumento del contrasto tra carattere e sfondo delle pagine, scelta di colori adeguati per font e sfondo, navigazione con tastiera, sottolineatura automatica di tutti i link, uso limitato di animazioni flash, versione html di comunicati stampa, avvisi e sezioni, in modo da garantire l’accesso al maggior numero di utenti possibile evitando discriminazioni.
ASPETTO: Corruzione
SO2. Core Percentuale e numero di divisioni interne monitorate per rischi legati alla corruzione. completo 10 Le informazioni al 2013 non sono disponibili. Il Gruppo Generali si è impegnato ad effettuare una nuova valutazione del rischio corruzione nel corso del 2015 (dati disponibili nel 2016).
SO3. CorePercentuale dei lavoratori che hanno ricevuto formazione sulle politiche e procedure anticorruzione dell’organizzazione.completo10Secondo le evidenze riportate, nei principali Paesi è stato formato sul tema della corruzione un numero pari a circa 1/3 dell'organico di Gruppo.
SO4. CoreAzioni intraprese in risposta a episodi di corruzione.completo10Non ci sono state evidenze di azioni legali concluse riguardanti pratiche di corruzione contro le società del Gruppo o i loro dipendenti.
ASPETTO: Contributi politici
SO5. Core Posizioni sulla politica pubblica, partecipazione allo sviluppo di politiche pubbliche e pressioni esercitate. completo 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10 Il Gruppo Generali intrattiene rapporti con le istituzioni pubbliche principalmente attraverso le associazioni di categoria nazionali.
SO6. AdditionalTotale dei contributi finanziari e benefici prestati a partiti, politici e relative istituzioni per Paese.completo10
ASPETTO: Comportamenti anti-collusivi
SO7. Additional  Numero totale di azioni legali riferite a concorrenza sleale, anti-trust e pratiche monopolistiche e relative sentenze. completo

Nel 2013 sono stati avviati complessivamente 6 procedimenti legali contro le compagnie assicurative del Gruppo. Non ci sono evidenze degli esiti di tali azioni legali.
ASPETTO: Conformità
SO8. Core  Valore monetario delle sanzioni significative e numero totale di sanzioni non monetarie per non conformità a leggi o regolamenti. completo

Nel corso del 2013, le società del Gruppo hanno ricevuto complessivamente sanzioni per un valore di poco superiore agli 1,3 milioni di euro. Di queste, circa 572.000 di euro si riferiscono a sanzioni per non conformità a leggi e regolamenti diverse da quelle riportate negli indicatori EN28 e PR9. Il numero totale delle sanzioni non monetarie per non conformità a leggi o regolamenti non è disponibile.
GRI Diritti umani
INDICATORI
GRI
DESCRIZIONE LIVELLO DI
RENDICONTAZIONE
PRINCIPI
GLOBAL
COMPACT
RIFERIMENTI
ASPETTO: Pratiche di investimento e approvvigionamento
HR1. Core Percentuale e numero totale di accordi significativi di investimento e di contratti che includono clausole che interessano l'ambito dei diritti umani, o che sono sottoposti ad una relativa valutazione (screening). completo  1, 2, 3, 4, 5, 6 La maggior parte degli investimenti mobiliari diretti delle società assicurative del Gruppo quando il rischio di investimento è sopportato dalle stesse società - rappresentato dai premi pagati dai clienti per la stipula di tutti i contratti assicurativi e dagli impegni verso gli assicurati - vengono investiti secondo le Linee guida etiche del Gruppo che escludono investimenti in strumenti finanziari emessi da società che non rispettano i diritti umani fondamentali.
Gli attivi oggetto di screening negativo sono pari al 49,8% del totale degli attivi in gestione.
HR2. Core Percentuale dei principali fornitori, appaltatori e altri partner commerciali che sono sottoposti a verifica in materia di diritti umani e relative azioni intraprese. completo 1, 2, 3, 4, 5, 6
Nel 2013, nei principali Paesi di operatività del Gruppo non ci sono state evidenze di fornitori, appaltatori e altri partner commerciali che sono stati sottoposti a verifica in materia di diritti umani.
HR3. Core Ore totali di formazione dei dipendenti su politiche e procedure riguardanti tutti gli aspetti dei diritti umani rilevanti per l’attività dell’organizzazione e percentuale dei lavoratori formati. completo 1, 2, 3, 4, 5, 6 Per creare consapevolezza dei diritti umani nei dipendenti, è stata fatta formazione sul preesistente Codice Etico con un corso in modalità e-learning della durata di un'ora che ha coinvolto quasi 19.000 persone nel mondo (quasi 1/4 del totale dei dipendenti). Nel 2014 il Gruppo ha inoltre iniziato ad erogare un corso introduttivo al Codice di Condotta, nell'ambito del quale viene anche trattato il tema dei diritti umani, che dovrà essere eseguito da tutti i dipendenti del Gruppo.
ASPETTO: Non discriminazione
HR4. Core Numero totale di episodi legati a pratiche discriminatorie e azioni correttive intraprese. completo 1, 2, 6 Nel 2013 sono state presentate 14 segnalazioni relative ai diritti umani (discriminazione), di cui 6 risultano ancora pendenti. Le altre segnalazioni sono state chiuse adottando gli opportuni provvedimenti disciplinari.
Maggiori dettagli saranno disponibili nel 2016, quando sarà ultimato il processo di revisione e implementazione delle procedure di Gruppo per la gestione di tali tematiche.
ASPETTO: Libertà di associazione e contrattazione collettiva
HR5. Core Identificazione delle attività e dei principali fornitori per cui la libertà di associazione e contrattazione collettiva può essere violata o esposta a rischi significativi e azioni intraprese in difesa di tali diritti. completo 1, 2, 3
ASPETTO: Lavoro minorile
HR6. Core Identificazione delle attività e dei principali fornitori con elevato rischio di ricorso al lavoro minorile e misure adottate per contribuire alla sua effettiva abolizione. completo 1, 2, 5
ASPETTO: Lavoro forzato
HR7. Core Identificazione delle attività e dei principali fornitori con elevato rischio di ricorso al lavoro forzato o obbligato e misure adottate per contribuire all'abolizione di tutte le forme di lavoro forzato o obbligato. completo 1, 2, 4
ASPETTO: Pratiche di sicurezza
HR8. Additional Percentuale del personale addetto alla sicurezza che ha ricevuto una formazione sulle procedure e sulle politiche riguardanti i diritti umani rilevanti per le attività dell’organizzazione. non rendicontato 1, 2 I servizi di sicurezza, che principalmente riguardano la sorveglianza notturna degli edifici, sono forniti da società esterne. Non ci sono evidenze sulla formazione da parte di tali società.
ASPETTO: Diritti delle popolazioni indigene
HR9. Additional Numero di violazioni dei diritti della comunità locale e azioni intraprese. non rendicontato 1, 2 Considerate le attività assicurativo-bancarie del Gruppo Generali, il rischio di violazione dei diritti delle popolazioni indigene non è significativo.
ASPETTO: Valutazione
HR10. Core Percentuale e numero totale di attività che sono sottoposte a analisi e/o valutazioni sugli impatti sui diritti umani. completo  
ASPETTO: Rimedio
HR11. Core Numero di lamentele relative ai diritti umani compilate, indirizzate e risolte attraverso meccanismi formali di lamentela. completo   Nel 2013 sono state presentate 14 segnalazioni relative ai diritti umani (tutti per episodi di discriminazione).
12 sono relative all'operato di dipendenti del Gruppo, di cui la metà sono state chiuse. Le restanti 2 sono invece relative all’operato di agenti; entrambe sono state chiuse nell’anno, di cui una con la revoca del mandato.
Retribuzione donne/uomini
PaeseDirigentiFunzionariImpiegatiProduttori
  Retribuzione complessiva* Retribuzione base** Retribuzione complessiva Retribuzione base Retribuzione complessiva Retribuzione base Retribuzione complessiva Retribuzione base
Italia 0,78 0,85 0,82 0,99 0,80 0,90 0,77 0,86
Austria 0,85 0,94 0,88 0,95 0,68 0,77 0,68 0,82
Francia 0,94 0,94 0,88 0,89 1,04 1,04 0,77 0,82
Germania 0,86 0,90 0,84 0,91 0,79 0,80 0,73 0,76
Repubblica Ceca 0,88 0,88 0,85 0,70 0,72 0,77 1,19 0,95
Spagna 0,90 0,89 0,78 0,83 0,80 0,81 0,84 0,91
Svizzera 0,89 0,90 0,84 0,85 0,76 0,75 0,56 0,52
* Importo annuo pagato che include oltre a quanto stabilito dal CCNL e dal contratto integrativo qualsiasi altro tipo di retribuzione aggiuntiva quali anzianità aziendale, lavoro straordinario, bonus, gratifiche, benefit. ** Importo relativo al solo CCNL di settore senza includere alcun tipo di retribuzione aggiuntiva.
Ripartizione percentuale dell'organico per fascia d'età
Paese<34 anni35-44 anni45-54 anni>55 anni
  2012 2013 2012 2013 2012 2013 2012 2013
Italia 26,5% 23,6% 36,4% 37,0% 26,7% 28,2% 10,4% 11,2%
Austria 23,5% 23,8% 29,3% 27,1% 35,9% 36,9% 11,2% 12,2%
Francia 25,2% 25,1% 27,5% 27,4% 29,2% 28,6% 18,2% 18,8%
Germania 21,6% 19,9% 28,5% 27,5% 35,9% 37,3% 14,0% 15,3%
Repubblica Ceca 44,8% 43,8% 26,1% 26,8% 19,7% 19,6% 9,4% 9,8%
Spagna 19,2% 18,9% 28,3% 27,6% 35,9% 35,1% 16,6% 18,3%
Svizzera 43,5% 41,9% 26,4% 25,8% 18,9% 19,2% 11,2% 13,1%
TOTALE 26,8% 25,3% 30,5% 30,2% 29,8% 30,7% 12,8% 13,8%
La ripartizione dei dipendenti per categoria di lavoratori in base al sesso è riportata nell'indicatore LA1. Nel 2013 i dipendenti disabili nelle società operanti nei principali Paesi sono stati 1.739, di cui 810 donne (46,6%). L'età media dei consiglieri della Capogruppo è 59,6 anni. In particolare, quattro consiglieri (36,4%) - di cui tre donne - hanno un'età compresa tra i 30 e i 50 anni e sette consiglieri (63,6%) - di cui una donna - hanno più di 50 anni. Un consigliere (9,1%) è di nazionalità straniera.
Syndicate content
Assicurazioni Generali S.p.A. - C.F. e P.IVA 00079760328