Rifiuti

Quota rifiuti raccolta con modalità differenziataNegli ultimi anni abbiamo investito molto nella raccolta differenziata e nel riciclo dei rifiuti, in quanto siamo coscienti che nulla deve essere sprecato e tutto può essere riciclato o riutilizzato. In tutte le sedi sono presenti contenitori per la raccolta separata e sono stati stipulati nuovi capitolati per la raccolta e il riciclo dei materiali sia nel 2012 che nel 2013. Per accrescere l’efficacia delle azioni, in molte compagnie sono state effettuate anche apposite campagne per sensibilizzare i dipendenti alla raccolta separata.

 

Nel 2013 sono stati tracciati complessivamente 72.518 quintali di rifiuti (-3,4% rispetto al 2012), di cui 57.588 raccolti con modalità differenziata, 11.484 destinati all’incenerimento e 3.445 allo smaltimento in discarica. Vengono raccolti con modalità differenziata carta e cartone, plastica, vetro, alluminio e altri metalli, legno, umido, olii esausti, rifiuti sanitari, rifiuti pericolosi, rifiuti IT e toner. I rifiuti pro capite sono circa 2,2 quintali, in diminuzione del 7,3 rispetto al 2012.

Vista la nostra attività assicurativo-finanziaria, la parte preponderante dei rifiuti raccolti con modalità differenziata è costituita da carta e cartone. In alcune sedi, i dipendenti sono dotati di appositi cestini solamente per la raccolta della carta-cartone.

Modalità di raccolta dei rifiutiRipartizione percentuale di riuti raccolti con modalità differenziata

Ovunque i rifiuti IT costituiti da apparecchiature elettroniche dismesse vengono restituiti ai fornitori o a impianti che si occupano dello smaltimento e del recupero delle parti riutilizzabili. I dati relativi ai rifiuti IT possono presentare un andamento che segue i cicli stabiliti per la sostituzione delle apparecchiature obsolete con altre più sostenibili dal punto di vista ambientale.

La maggior parte (3 su 4) di cartucce toner esaurite viene restituita al fornitore per essere riciclata o rigenerata, mentre la parte rimanente viene smaltita secondo la normativa.

I rifiuti pericolosi (tubi al neon, batterie, ecc.) rappresentano solamente una piccolissima quota (0,4%) dei rifiuti raccolti con modalità differenziata e vengono smaltiti separatamente in modo appropriato, tramite ditte specializzate e la tenuta dei registri e della documentazione obbligatoria, secondo le normative vigenti in materia nei diversi Paesi. In particolare, nell’anno sono stati raccolti 243 quintali di rifiuti pericolosi e 0,6 quintali di rifiuti sanitari, costituiti da garze, cerotti, ecc., utilizzati nelle sedi dove è presente l’infermeria.

In Austria l’olio esausto utilizzato nella mensa aziendale viene raccolto da una azienda specializzata che lo trasforma in biocombustibile.

In Francia dal 2012 i rifiuti organici della mensa aziendale di una delle sede di Saint Denis vengono distrutti tramite un inceneritore interno; questo processo ha permesso una migliore gestione degli spazi e una diminuzione delle spese di smaltimento e ha avuto ricadute positive anche sulla mobilità, in quanto i rifiuti non devono più essere movimentati. Visti i buoni risultati ottenuti, si sta pensando di acquistare il macchinario anche per altre sedi.

Un’altra interessante iniziativa implementata nel 2013 in Francia è la raccolta delle capsule del caffè che, dopo l’uso, vengono restituite al fornitore che provvede a separare l’alluminio, che viene riciclato, dal caffè, che viene utilizzato come compost.

Assicurazioni Generali S.p.A. - C.F. e P.IVA 00079760328