Mobilità

Negli ultimi anni all’interno del Gruppo è stata data crescente importanza al mobility management, sviluppando e implementando strategie per assicurare che il trasporto di persone e materiali avvenga in modo efficiente e sostenibile.

Ripartizione dei chilometri percorsi dai dipendenti in missioneIl nostro principale obiettivo in questo campo è quello di contenere il più possibile gli spostamenti dei dipendenti, riducendo soprattutto l’utilizzo delle autovetture private e incrementando l’impiego del trasporto pubblico, per diminuire l’inquinamento atmosferico. In tutti i Paesi, cerchiamo di affidare la gestione della mobilità a una persona dedicata, il mobility o il travel manager, che si occupa di progettare iniziative di sostenibilità, migliorare gli spostamenti casa-lavoro, mantenere le relazioni su questi temi con le autorità comunali e, a volte, anche di gestire la flotta aziendale o di definire le condizioni contrattuali con i fornitori dei servizi di trasporto. In tutti i Paesi esistono travel policy che privilegiano l’uso di mezzi pubblici e, tra questi, promuovono quelli meno inquinanti, e car policy che si applicano alle autovetture aziendali, che prevedono limiti massimi per le emissioni di anidride carbonica (CO2).


Nel 2013 i dipendenti del Gruppo hanno effettuato viaggi di lavoro in autovettura, aereo e treno per complessivi 230.672.166 Km.

Per ridurre gli spostamenti, dove possibile sono stati predisposti servizi navetta che collegano le sedi con le stazioni ferroviarie o gli aeroporti. In Italia è stato creato un applicativo da parte della gestione del personale, dove i dipendenti possono offrire/ usufruire di passaggi da parte di colleghi che compiono il medesimo tragitto.

In tutti i Paesi le politiche aziendali privilegiano l’utilizzo del treno, anche se la scelta tra i diversi mezzi di trasporto nei viaggi di lavoro è legata alla dislocazione delle sedi del Gruppo sul territorio, oltre che alla qualità dei collegamenti ferroviari e aerei disponibili. In Austria le percorrenze in treno sono environmentally friendly, in quanto la maggior parte dell’energia utilizzata dalla rete ferroviaria austriaca proviene da fonte idroelettrica.

In Germania, ormai da anni abbiamo un accordo con Deutsche Bahn (ferrovie tedesche) attraverso il quale tutti i viaggi effettuati in treno dai dipendenti in missione sono carbon neutral, ossia prevedono la compensazione delle emissioni con iniziative ecosostenibili.

In questi anni sono stati, inoltre, sottoscritti accordi tra Generali e Postal Service in Austria e tra Generali e Deutsche Post/DHL in Germania, che prevedono la compensazione delle emissioni di CO2 relative a ogni collo spedito tramite acquisto di certificati che le neutralizzano con iniziative in campo ambientale.

In tutti i Paesi vengono incentivati i sistemi di video e teleconferenza, che permettono di ridurre gli spostamenti dei dipendenti del Gruppo e, allo stesso tempo, di instaurare un legame visivo. Nel 2013 il numero di collegamenti in videoconferenza è stato complessivamente pari a 38.578, in crescita del 17,3% rispetto al 2012. In Francia, Germania e da qualche mese anche in Italia è inoltre possibile effettuare videoconferenze anche dalle singole postazioni di lavoro.

Negli ultimi anni in Francia nella flotta aziendale sono stati introdotti veicoli maggiormente ecosostenibili: viene utilizzato un veicolo elettrico per il trasporto di pacchi e posta fra i tre edifici situati a Saint-Denis ed è stata acquistata un’autovettura ibrida per un membro del Vertice Aziendale.

Cerchiamo di rendere anche la mobilità casa-lavoro più ecosostenibile, promuovendo in alcuni Paesi/società l’uso della bicicletta o facendoci carico di una parte del costo dell’abbonamento annuale ai mezzi di trasporto pubblico.

In Italia, Austria e Francia sono sempre attivi sistemi di teleperizia per i sinistri, che consentono di limitare gli spostamenti in auto dei periti.

Da alcuni anni in alcuni Paesi è possibile usufruire anche del telelavoro: in Austria, Francia, Germania e Svizzera alcuni dipendenti del Gruppo hanno la possibilità di lavorare da casa, riducendo sia gli spostamenti casa-lavoro, sia quelli verso i clienti, con conseguente diminuzione anche delle emissioni di gas ad effetto serra.

Assicurazioni Generali S.p.A. - C.F. e P.IVA 00079760328