Energia

Consumo di energiaPer perseguire gli obiettivi di riduzione degli impatti ambientali diretti effettuiamo costanti interventi sul patrimonio immobiliare che, oltre a ridurre i consumi, migliorino anche il benessere dei conduttori. A tale scopo vengono applicati per quanto possibile criteri ecocompatibili, prestando attenzione specialmente al risparmio energetico, alla limitazione delle emissioni di gas ad effetto serra e ai materiali utilizzati.

Il nostro obiettivo è quello di creare un nuovo stile di vita più rispettoso dell’ambiente e attento alle esigenze delle persone facendo leva sulla nostra professionalità, esperienza e sull’innovazione tecnologica.

Per quanto riguarda i consumi energetici, nel 2013 abbiamo consumato complessivamente 824.214 Gigajoule, pari a 25 Gigajoule pro capite (-5,4% rispetto al 2012). Da quest’anno abbiamo deciso di calcolare iI consumo di energia pro capite come rapporto tra il consumo complessivo e il numero totale di postazioni di lavoro occupate nelle sedi monitorate nel SGA.

L’energia elettrica rappresenta la parte preponderante dei consumi energetici del Gruppo: nelle nostre sedi nel 2013 ne sono stati consumati 145.104.835 kWh con un consumo pro capite di 4.328 kWh (-7,2% rispetto al 2012).

Ripartizione percentuale del consumo di energia



Nel consumo complessivo è incluso anche il consumo di energia elettrica dei Centri Elaborazione Dati (CED), che è certamente tra i più rilevanti nell’ambito dei vari utilizzi, che comprendono l’illuminazione, il funzionamento dei macchinari, il condizionamento dell’aria e, in alcuni Paesi, anche il riscaldamento. Nel 2013 i CED hanno complessivamente consumato 25,4 milioni di kWh (-10,9% rispetto al 2012), pari al 17,7% del totale. Tra le varie strutture, il Centro di Mogliano Veneto (Italia) è quella maggiormente energivora perché, come il CED in Germania, effettua attività marginali anche per conto di società del Gruppo situate in altri Paesi.

Per far fronte al consumo di energia elettrica del CED di Mogliano Veneto, è stato costruito un impianto di trigenerazione alimentato a gas naturale che consente la produzione congiunta di energia elettrica, termica e frigorifera con notevoli risparmi in termini di consumi. L’impianto è entrato in funzione a pieno regime a dicenbre 2013 producendo nell’anno 1.330.560 kWh. Si prevede che nell’immediato futuro l’energia autoprodotta riesca a coprire tutto il fabbisogno del complesso di Mogliano Veneto.

In questi anni nei nostri CED sono stati effettuati vari interventi per ridurre i consumi di energia elettrica: ad esempio, viene utilizzata la tecnica del corridoio freddo, che prevede la disposizione delle macchine in linea, in modo da richiedere il raffreddamento solo del corridoio e non di tutta la sala, sono state introdotte nuove macchine a minor consumo di energia e c’è stato il passaggio a nuovi sistemi di virtualizzazione. L’introduzione di questi ultimi ha permesso una migliore gestione anche delle superfici e degli spazi dedicati ai CED.

Negli ultimi anni c’è stato inoltre un forte incremento delle postazioni thin client, che prevedono l’utilizzo di un server comune a tutti gli utenti, con un risparmio di energia elettrica stimato del 10%.

Allo scopo di ridurre l’impatto sull’ambiente, ci siamo impegnati inoltre ad aumentare l’utilizzo di energia elettrica da fonte rinnovabile che, come accennato, oggi si attesta sul 76%, grazie soprattutto all’impegno della Germania e dell’Italia. In Germania l’ente di certificazione TÜV SÜD attesta che tutta l’energia elettrica utilizzata proviene da fonte idroelettrica, mentre in Italia l’energia elettrica acquistata è compensata con i certificati CO-FER, che garantiscono l’origine rinnovabile delle fonti utilizzate dagli impianti per la produzione dell’energia elettrica.

Quota di energia elettrica da fonte rinnovabileIl 36,6% dell’energia consumata nelle sedi del SGA proviene da combustibili fossili (gas naturale e gasolio) o dal teleriscaldamento, utilizzati per riscaldare gli ambienti di lavoro. Il combustibile fossile maggiormente usato dalle società del Gruppo è il gas naturale (2.406.114 m3), mentre il gasolio è utilizzato sempre meno. Nel 2013 ne sono stati consumati solamente 343 m3 (-18,6% rispetto al 2012) grazie al processo di progressiva sostituzione delle caldaie a gasolio con caldaie a gas di ultima generazione a condensazione, giunto ormai a un buon grado di completamento.

Per quanto riguarda gli impianti per il riscaldamento/ raffreddamento si cerca di utilizzare il più possibile tecnologie ecoefficienti come ad esempio impianti a soffitto o a pavimento o a espansione diretta, come la pompa di calore. Negli ultimi anni è anche aumentato il ricorso a involucri edilizi e altre soluzioni per il risparmio energetico, come isolamenti e serramenti termici, sonde esterne di temperatura, valvole termostatiche e termostati. Abbiamo installato in molte sedi rilevatori di presenza o orologi/ timer per il controllo dell’accensione e spegnimento delle luci e degli impianti di riscaldamento/raffreddamento. Cerchiamo sempre di sostituire le lampadine esauste con diodi luminosi a basso assorbimento di energia.

Nell’ambito del Progetto Efficienza e Sostenibilità del proprio patrimonio immobiliare, Generali Real Estate ha portato avanti alcuni interventi (e altri sono in corso) di installazione negli uffici di apparecchi illuminanti con tecnologia LED (Light Emitting Diode). Tale tecnologia, che costituisce il prossimo futuro dell’illuminazione degli edifici, è in continuo sviluppo per quanto riguarda l’efficienza luminosa (lumen/Watt) e consente di ottenere notevoli risparmi di energia elettrica, abbassando di circa il 50% la potenza elettrica a parità di ore di utilizzo degli impianti, cui si aggiungono i minori costi connessi alla durata più che doppia delle lampade a LED rispetto alla tradizionale tecnologia fluorescente. Generali è stato uno dei primi in Italia a utilizzare la tecnologia LED non solo nelle aree comuni degli edifici, ma anche all’interno degli uffici dove lavorano i dipendenti e collaboratori. In particolare, presso il sito di Mogliano Veneto sono stati sostituiti circa 21.000 tubi fluorescenti con altrettanti tubi LED, con una riduzione del fabbisogno di energia elettrica per l’illuminazione del 45%, una riduzione del fabbisogno di climatizzazione estiva di circa 85 MWh di energia elettrica, un risparmio annuo pari a circa 100.000 euro ed un conseguente tempo di rientro dell’investimento di circa 4 anni.

In Italia sta inoltre proseguendo l’implementazione del Progetto Misura per l’installazione di apparecchi per la misurazione di energia elettrica, gas naturale e acqua in diversi immobili a uso diretto e a investimento per monitorarne costantemente le performance e poter intervenire in modo tempestivo su eventuali anomalie. Sistemi analoghi sono stati installati anche in alcune sedi in Francia e Germania.

Riteniamo che le certificazioni energetiche e le diagnosi di sostenibilità siano molto importanti per misurare l’efficienza degli impianti e identificare le possibilità di miglioramento. Per questo motivo in Austria la maggior parte degli edifici è in possesso della certificazione energetica Energieausweis, che ne attesta la performance energetica, mentre in Francia la gran parte delle sedi ha la certificazione di alta qualità ambientale (HQE). In Italia tutte le sedi del Sistema hanno ottenuto la certificazione energetica e sono state effettuate le diagnosi di sostenibilità.

Assicurazioni Generali S.p.A. - C.F. e P.IVA 00079760328