Carta

Consumo di cartaLa carta costituisce ancor oggi il principale materiale utilizzato nelle attività assicurative e finanziarie. Per questo motivo, ci siamo imposti di attuare sempre più iniziative per la riduzione dei consumi sia di carta bianca che di carta stampata.

Nel 2013 nelle nostre società sono stati complessivamente consumati 61.313 quintali di carta, con una riduzione del 6,2% rispetto al 2012: questo significa che in un anno siamo riusciti a risparmiare circa 77.000 alberi.
La riduzione dei consumi ottenuta in questi anni è frutto di varie iniziative, è diventata prassi comune la stampa fronte/retro, la sostituzione di stampanti fotocopiatrici e fax individuali con macchine multifunzione o stampanti centralizzate per ufficio/piano e la riduzione della corrispondenza interna cartacea. In molte agenzie le polizze vengono stampate solamente al momento dell’emissione, con eliminazione dei moduli prestampati, e le condizioni di polizza possono essere reperite sui siti internet delle compagnie. Inoltre, un po’ ovunque si sta cercando di passare a sistemi alternativi al cartaceo, come email e sms, nelle comunicazioni tra società/ agenzie/clienti. Dove possibile, cerchiamo di incentivare i nostri dipendenti a scannerizzare la documentazione a supporto di richieste di vario tipo (rimborsi, giustificazioni, ecc.) e a inviarla via email o caricarla in apposite aree in modo da evitare inutili stampe.

In Italia, un team di lavoro ha valutato la fattibilità di evolvere il processo di vendita dei prodotti assicurativi tramite tablet e firma grafometrica. All’inizio il progetto coinvolgerà un perimetro limitato, ma pensiamo di estenderlo a tutte le compagnie italiane entro il 2015.

Vendita tramite tablet

I vantaggi del processo di vendita tramite tablet sono rappresentati dal fatto che l’agente/venditore rimane il canale principale di accesso ai servizi dell’azienda, ma le fasi di prevendita, vendita e incasso avvengono in un’unica visita al cliente con totale eliminazione della carta (dematerializzazione dei documenti). Si prevede che in Italia, a partire dal 2017, grazie a questo sistema verranno risparmiati 35 milioni di fogli A4 (160 quintali), che equivalgono a 3.000 alberi all’anno e a 1.000 tonnellate di CO2.

L’archiviazione elettronica e la dematerializzazione dei documenti sono effettuate in misura sempre più estesa in vari ambiti dell’attività aziendale, con benefici in termini sia di accessibilità sia di sicurezza e riservatezza dei documenti. Grazie all’archiviazione elettronica, nel 2013 sono stati risparmiati quasi 315 milioni di fogli.

Quota di carta ecologicaCi siamo, inoltre, impegnati ad aumentare la quota di carta ecologica sui consumi totali, che nel 2013 ha superato il 90%. Attualmente il 100% della carta acquistata in Austria, Spagna e Svizzera è ecologica certificata, in quanto soddisfa i criteri stabiliti da schemi nazionali e internazionali. In Austria, in particolare, viene utilizzata la carta fabbricata con la cellulosa dell’albero dell’eucalipto, un albero che cresce molto velocemente e assorbe tantissima CO2.

Ove possibile, inoltre, acquistiamo carta con peso unitario inferiore alla norma, pari a 75 g/m2, con un ulteriore risparmio in termini di risorse naturali utilizzate, anche nell’ipotesi di mantenimento degli attuali livelli di consumo in termini di fogli. Precisiamo che oltre alla carta ecologica, le società del Gruppo utilizzano anche una piccola quota di carta riciclata, pari al 4,9%.

Ci stiamo, inoltre, impegnando ad acquistare non solo carta ecologica, ma anche cancelleria e toner a basso impatto ambientale. Infatti, in molti Paesi è presente un catalogo con prodotti green, che comprende, ad esempio, penne con inchiostro a base di acqua e senza solventi, matite in legno proveniente da foreste gestite in modo sostenibile, toner prodotti con materiale riciclato e/o rigenerabili. Nel 2013, abbiamo acquistato 695 quintali di cartucce toner, di cui il 13,7% rigenerate e il 9,3% riciclate. A tale proposito si segnala che in Italia, la rete agenziale di Alleanza è dotata di EcoBox, contenitori forniti direttamente dal fornitore di toner, che si occupa di gestire il processo di consegna e ritiro del box nonché della rigenerazione delle cartucce.

Gran parte delle misure sopra descritte determinano ricadute positive, oltre che sui consumi di carta, anche su quelli di toner e di energia. Questa diminuzione dei consumi si somma a quella derivante dagli interventi sul patrimonio immobiliare del Gruppo già attuati o in via di attuazione.

Assicurazioni Generali S.p.A. - C.F. e P.IVA 00079760328